SHARE
Svezia-Corea del Sud
Svezia-Corea del Sud (Foto: Twitter @fotbollskanal)

Al Nizhny Novgorod Stadium si chiude anche la prima giornata del girone F di questi Mondiali di Russia 2018. Svezia-Corea del Sud da seguito infatti alla sfida tra Messico e Germania di ieri che ha visto trionfare Lozano e soci al cospetto dei campioni del mondo. Buono l’inizio di gara dei coreani che con velocità ed intraprendenza hanno provato a sorprendere gli uomini di Andersson senza però particolare fortuna. Col passare dei minuti è quindi la Svezia a prendere maggiormente in mano il pallino del gioco facendo valere il proprio strapotere fisico soprattutto in mediana, costringendo Son e compagni ad abbassare il proprio baricentro. Al 20′ arriva la miglior chance del primo tempo con Marcus Berg che da due passi esalta i riflessi di Jo Hyun-Woo (mossa a sorpresa del ct coreano). Il mancino dell’attaccante svedese da la giusta scossa alla compagine europea che prova a schiacciare gli asiatici nella propria area di rigore. La Corea dal canto suo è comunque ben messa in campo e riesce a controllare le iniziative svedesi senza disdegnare un paio di ripartenze rapide. Nel finale di frazione è però ancora la Svezia a rendersi pericolosa: prima la possibilità per Berg e poi il colpo di testa di Claesson su cross di Lustig di poco alto in pieno recupero.

Ritmi più alti e squadre più lunghe caratterizzano l’inizio di una ripresa più godibile e spettacolare che vede in successione le occasioni di Forsberg, Ko Jacheol e Toivonen, con l’estremo difensore coreano ancora protagonista. Al 63′ arriva però l’episodio che cambia la sfida con Kim Min-Woo che stende in area Claesson: sul penalty seguente è capitan Granqvist a sbloccare una gara complicata. Timida e disorganizzata la reazione finale della Corea del Sud che nonostante gli ultimi cambi non riesce a modificare l’esito della sfida. Trionfa la Svezia 1-0.

Svezia-Corea del Sud, il migliore e il peggiore della sfida

Il migliore in campo di Svezia-Corea del Sud è il centrale svedese Granqvist perfetto in fase difensiva e bravo a dare la scossa a quella offensiva con lanci precisi e inserimenti palla al piede utili a creare superiorità numerica. L’ex difensore del Genoa sblocca anche la gara con un calcio di rigore glaciale. Menzione speciale per Jo Hyunwoo che dimostra grandissima personalità tra i pali coreani: protagonista con una grande parata su Berg e bravissimo in uscita aerea sui giganti svedesi.

Il peggiore è invece Kim Min-Woo che subentra alla mezz’ora del primo tempo. Impatto sulla sfida timido e poco incisivo. Ha sulla coscienza il fallo che ha portato al rigore di Granqvist.

Svezia-Corea del Sud, il tabellino del match

Svezia-Corea del Sud 1-0 (0-0 p.t.)

Svezia (4-4-2) Olsen, Lustig, Granqvist, Augustinsson, Jansson, Larsson (81′ Svensson), Ekdal (71′ Hiljemark), Forsberg, Claesson, Berg, Toivonen (76′ Thelin)

Corea del Sud (4-3-3): Jo Hyun-Woo; Lee Yong, Jang Hyunsoo, Kim Younggwon, Park Jooho (29′ Kim Min-Woo); Ky Sungyeng, Lee Yaesung, Ko Jacheol (72′ Lee Seung-Woo); Son Heungmin, Kim Shnwook (66′ Jung Woo-Young), Hwang Heeechan.

Marcatori: 65′ Granqvist (S)

Ammoniti: Kim Shnwook (C), Hwang Heeechan (C), Claesson (S)

Espulsi: nessuno.