SHARE
belgio panama mertens

L’esordio assoluto in una Coppa del Mondo per il piccolo Panama poteva essere molto più sconfortante e drammatico. Per il Belgio, alla fine, le difficoltà durano solo 45 minuti. Il primo tempo del primo attesissimo match dei Diavoli Rossi è un frustrante zero a zero contro un buon Panama, che come l’Australia contro l’insormontabile Francia, dopo un quarto d’ora di fuoco nemico in area aumenta i giri e addirittura spaventa il Belgio; la squadra di Martinez fraseggia bene e conclude pericolosamente un paio di volte (prima con Mertens su errore di Torres e poi con un gran tiro di Hazard) ma il risultato, clamorosamente, è di zero a zero dopo il primo tempo.

La ripresa invece inizia subito con un copione diverso, grazie all’eurogol di Dries Mertens che raccoglie una ribattuta dal limite destro dell’area e scarica in porta con una gran parabola. Da lì in poi si affievolisce ma non scompare l’opposizione di Panama, pericolosa un paio di volte dalle parti di Courtois. Il problema dei centroamericani sono i tanti falli e le conseguenti ammonizioni (ben 5), che nella ripresa ne hanno limitato l’aggressività. Il raddoppio del Belgio è il frutto di una bella azione corale fra Hazard, De Bruyne e Lukaku, con il centravanti dello United finalizzatore di testa del cross del “rivale” del Manchester City. Sul 2-0 il Belgio gioca in quasi totale scioltezza, aggiungendo la terza rete sempre con Lukaku che con uno “scavetto” davanti Penedo chiude definitivamente la partita.

Nel finale da premiare la volontà di Panama di cercare in ogni modo il gol della bandiera, che storicamente sarebbe potuto essere il primo dei centroamericani in un Mondiale. Dopo quattro minuti di recupero si chiude a Sochi la prima sfida del Girone G, con un Belgio che con leggera fatica dichiara il proprio talento offensivo a tutto il mondo.

Belgio-Panama 3-0, il migliore e il peggiore in campo

Per onor di cronaca e di tabellino, al pari di una sufficienza collettiva del Belgio, il miglior in campo è Romelu Lukaku, autore di una doppietta. Dopo un primo tempo un po’ assente (come i suoi compagni) dà tutto nella ripresa, chiudendo da solo il match.

Il peggior in campo è il trentasettenne attaccante del Panama Luis Perez, praticamente innocuo dalle parti dell’area di rigore del Belgio.

Belgio-Panama 3-0 : il tabellino del match

BELGIO-PANAMA 3-0 (0-0 pt)

BELGIO (3-4-3): Courtois; Vertonghen, Boyata, Alderweireld; Meunier, Witsel (dal 90′ Chadli), De Bruyne, Carrasco (dal 74′ M. Dembelè); Mertens (dall’84’ T. Hazard), Lukaku, E. Hazard. A disposizione: Mignolet, Casteels, Dendoncker, Fellaini, T. Hazard, Tielemans, Dembele, Chadli, Januzaj, Batshuayi. CT: Roberto Martinez.

PANAMA (4-4-1): Penedo; Machado, Escobar, R. Torres, Davis; Godoy, Gomez; Barcenas (dal 63′ G. Torres), Cooper, J. L. Rodriguez (dal 63′ I. Diaz); Perez (dal 74′ L. Tejada). A disiposzione: Calderon, A. Rodriguez, Murillo, Cummings, Ovalle, Baloy, Pimentel, Avila, G. Torres, Diaz, Arroyo, Tejada. CT: Hernan Gomez.

MARCATORI: Mertens (B) 47′, Lukaku (B) 69′ e 75′

AMMONIZIONI: Meunier (B) 14′, Davis (P) 18′, Barcenas (P) 45′, Cooper (49′), M. Murillo (51′), Godoy (57′), Vertoghen (B) 60′, De Bruyne (88′)

ARBITRO: Janny Sikazwe (Zambia)

https://www.youtube.com/watch?v=PKAtnAYhG5g