SHARE
Il momento del gol croato - FOTO: Twitter

L’ultimo match di questo infinito sabato Mondiale riserva poco spettacolo ma un risultato chiaro: nello stesso girone di Argentina e Islanda, la gara Croazia-Nigeria termina 2-0 per i “padroni di casa” e testimonia la ritrovata forza di una Nazionale dotata di estrema qualità soprattutto dalla metà campo in su. Africani battuti senza troppi patemi in una partita certamente non indimenticabile ma chiaramente importante per gli europei in chiave Campionato del Mondo, anche in virtù del pareggio di oggi Albiceleste e nordici.

Croazia-Nigeria, la cronaca del match

La gara, come detto, riserva poco spettacolo sin dall’inizio. La Croazia preme maggiormente rispetto agli africani e infatti perviene al vantaggio in maniera comunque meritata. Lo fa però con un autogol di Etebo, sfortunato nel deviare nella sua porta un tocco di Mandzukic che sembrava comunque diretto in porta. All’inizio della seconda frazione la Nigeria (che nel primo tempo era stata quasi inesistente) prova a fare qualcosa in più, soprattutto tramite ausilio dei calci piazzati. Le speranze di rimonta però vengono stroncate da un calcio di rigore assegnato alla Croazia, il quinto in questa giornata di gare. Dal dischetto Modric è freddissimo nello spiazzare il portiere con freddezza, firmando il 2-0. La partita scorre via senza ulteriori rischi per gli europei: Croazia-Nigeria termina con il punteggio già citato. I croati adesso comandano il girone in attesa dell’Argentina, Nigeria costretta a vincere la seconda gara per continuare a sperare.
IL MIGLIORE: Modric, 7 – Non sbaglia praticamente mai un pallone. Freddissimo dal dischetto per il 2-0 finale, gestisce ogni azione con la maestria che lo contraddistingue. Giocatore totale, il vero punto di forza della Croazia.
IL PEGGIORE: Etebo 4,5 – Sfortunato protagonista in occasione dell’autogol ma in generale la sua prestazione è incredibilmente insufficiente.

Croazia-Nigeria, il tabellino del match

FORMAZIONI
CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Vida, Lovren, Strinic; Rakitic, Modric; Rebic (78′ Kovacic), Kramaric (60′ Brozovic), Perisic; Mandzukic (86′ Pjaca). All. Dalic

NIGERIA (4-2-3-1): Uzoho; Abdullahi, Balogun, Troost-Ekong, Idowu; Ndidi, Etebo; Moses, Mikel (88′ Simy), Iwobi (62′ Musa); Ighalo (73′ Iheanacho). All. Rohr

AMMONITI: Rakitic, Brozovic (C) – Troost-Ekong (N)

MARCATORI: 32′ aut. Etebo, 71′ rig. Modric (C)

ARBITRO: Ricci