SHARE
portogallo-spagna
Portogallo-Spagna, Cristiano Ronaldo esulta - FOTO: screenshot

Portogallo-Spagna prosegue quella che è stata la prima giornata del gruppo B. A Vovograd subito si affrontano le favorite per il passaggio alla fase ad eliminazione diretta, e la partita offre emozioni e spettacolo fin da subito, dato l’elevato tasso tecnico di entrambe le compagini. Le Furie Rosse devono dimenticare la burrascosa vicenda relativa al fulmineo esonero di Julen Lopetegui. E pronti via, il Portogallo passa in vantaggio già al 3′ con Cristiano Ronaldo. L’asso lusitano si guadagna un calcio di rigore con una percussione sul vertice sinistro dell’area. Dal dischetto CR7 spiazza De Gea angolando sulla destra. E la Spagna di Hierro sembra accusare il colpo, faticando a palleggiare ed a farsi vedere davanti. Diego Costa e compagni carburano alla distanza ma poi riescono a farsi vedere, complice un certo rilassamento dei portoghesi.

Portogallo-Spagna, che partita!

Un pò all’improvviso arriva il pari segnato da Diego Costa, caparbio nel mantenere il pallone al limite per spedirla con un rasoterra fulminante alla destra di Rui Patricio. Fa discutere però il contatto tra il centravanti dell’Atletico Madrid ed il difensore del Besiktas. La Spagna allora si galvanizza e sfiora il clamoroso vantaggio due minuti dopo con una sassata di Isco che la traversa sputa in campo. Sulla ribattuta Jordi Alba manca il tap-in vincente, oltre ad essere in fuorigioco. La partita si infiamma, soprattutto per gli animi, e sembra avviarsi verso l’1-1 all’intervallo. Ma ancora Cristiano Ronaldo pesca un jolly vincente, complice un colpevolissimo De Gea. La conclusione centrale e bassa del portoghese buca le mani dell’estremo difensore iberico.

CR7 l’aggiusta nel finale

Nella ripresa però è tutt’altra Spagna. L’atteggiamento del Portogallo è più sulla difensiva, con veloci sortite in avanti. Ma gli uomini di Hierro sono più bravi nel pressing e puntano a trovare la giocata vincente anche sui calci piazzati, dati i tanti specialisti nell’undici titolare. Proprio su una palla da fermo di David Silva arriva al 55′ una perfetta imbeccata per Busquets sul secondo palo, che di testa trova l’ottimamente appostato Diego Costa. La punta di origini brasiliane fa 2-2 da zero metri e non finisce qui. Già al 58′ la Spagna ribalta il risultato e si porta davanti con un missile terra-aria di Nacho. Il pallone sbatte prima contro un palo, poi contro l’altro dopo aver attraversato la linea di porta ed infine si insacca, rete bellissima.

A metà ripresa Ferdando Santos cerca di sparigliare le carte inserendo Joao Mario per Bruno Fernandes e Quaresma per Bernardo Silva, oltre che con André Silva nel finale. Hierro contrabbatte con Thiago Alcantara per Iniesta più gli ingressi di Aspas e Lucas Vazquez. Ma Cristiano Ronaldo all’86’ fa 3-3 direttamente da calcio di punizione e si prende gli applausi dello stadio. Finisce 3-3, con l’Iran capolista inaspettata del girone B.

Portogallo-Spagna 3-3 tabellino

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Cedric, Pepe, Fonte, Guerreiro; Bernardo Silva (69′ Quaresma), Joao Moutinho, William Carvalho, Bruno Fernandes (68′ st Joao Mario); Guedes (80′ André Silva), Ronaldo. A disp. M. Fernandes, B. Alves, A. Silva. Lopes, Beto, M. Rui, Martins, Pereira. Dias.
All. Santos

SPAGNA (4-2-3-1): De Gea, Nacho, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Koke, Busquets; Silva (86′ Lucas Vazquez), Isco, Iniesta (70′ Thiago Alcantara); Diego Costa (77′ Aspas). A disp. Rodrigo, Monreal, Saul, Arrizabalaga, Carvajal, Asensio, Odriozola, Reina, Azpilicueta.
All. Hierro
MARCATORI: 3′ rig, 44′ e 86′ C. Ronaldo, 23′ e 54′ Diego Costa (S), 58′ Nacho (S)
ARBITRO: Rizzoli (ITA)
AMMONITI: Busquets, Ferandes