SHARE
Ciano e La Gumina
Ciano e La Gumina

Sabato sera, 16 giugno, la serie B italiana proverà a rubare i riflettori ai Mondiali 2018 di Russia, che torneranno in diretta alle 21 (ora italiana) con Croazia-Nigeria. Trenta minuti prima, dunque alle 20.30 di sabato, scenderanno in campo Frosinone e Palermo presso lo stadio Benito Stirpe .

Si tratta della gara di ritorno dei playoff di serie B, l’ultimo atto per decretare la terza squadra che salirà in serie A, dopo Empoli  e Parma. Le due compagini torneranno in campo tre giorni dopo la sfida iniziale, che ha visto trionfare il Palermo di Stellone. Una gara decisamente combattuta, messa subito sui giusti binari dal Frosinone. Sono infatti bastati cinque minuti a Camillo Ciano per mettere la propria firma su questi playoff. A rispondergli però è stato l’altro atteso giocatore di questo match, La Gumina, che ha segnato il suo 12esimo gol stagionale al 45’. Dura lotta nella ripresa ma, quando tutto sembrava puntare verso il pareggio, ecco l’inatteso e sfortunato autorete di Terranova, che pone il Palermo in una chiara posizione di vantaggio in vista del ritorno.

Frosinone-Palermo, Ciano e il sogno serie A

Frosinone-Palermo sarà anche una sfida a distanza tra Camillo Ciano e Antonino La Gumina. Storie differenti ma la stessa fame di gol.

L’attaccante del Frosinone ha già scritto buona parte della sua storia calcistica, avendo compiuto 28 anni lo scorso febbraio. E’ però a caccia della serie A, dopo aver mostrato di poter far decisamente bene nella serie cadetta. Vuole mettersi in mostra e magari ritrovarsi al San Paolo, faccia a faccia con quel Napoli che non ha creduto in lui. Sono 15 i gol in stagione, di cui uno durante questi playoff, quello che tiene ancora in gioco il Frosinone. Dalla stagione 2014-15 a oggi Camillo Ciano ha sempre raggiunto la doppia cifra e ora vuole la sua chance. Con un contratto fino al 2021, l’obiettivo sarebbe quello di salire nella massima serie proprio con il club di Stirpe ma, se le cose non dovessero andar bene, non sarebbe impensabile vederlo in una squadra come il Chievo che, dopo l’addio di Inglese, dovrà cambiare qualcosa in attacco.

Frosinone-Palermo, la serie A punta La Gumina

Ben differente la situazione di Antonino La Gumina, che lo scorso marzo ha compiuto 22 anni. E’ pronto a esplodere e si ritrova già al centro di numerose voci di mercato, con club di serie A che lo hanno messo nel mirino da mesi. Ha un contratto fino al 2021 con il Palermo e, con 12 gol all’attivo, sogna d’essere ancora una volta decisivo in questa finale di playoff, guadagnandosi magari il contratto della vita. Sul fronte talenti in attacco il Palermo è una vera e propria garanzia. Il Torino vorrebbe provare una nuova mossa Belotti, mentre il Bologna intende rilanciarsi con Inzaghi e alcuni giovani di sicuro talento, puntando al sogno Europa League, che potrebbe mutare le prospettive di crescita del club. Zamparini ha per ora congelato ogni discorso. Tutto verrà deciso dopo la finale contro il Frosinone. Facile prevedere la partenza di La Gumina in caso di mancato accesso in serie A. La promozione invece potrebbe cambiare tutto, con i rosanero pronti a trattenere il giovane talento ancora per un anno, nella speranza di alzarne il prezzo del cartellino.

Anche la Juventus però sembra alla finestra per La Gumina, e questo potrebbe cambiare le carte in tavola. Marotta infatti avrebbe la forza di bloccare il ragazzo e lasciarlo a Palermo almeno per un anno. Una procedura standard per la ‘Vecchia Signora’, che potrebbe risultare fruttuosa ancora una volta.

Frosinone-Palermo, probabili formazioni

Il Frosinone non ha ormai nulla da perdere e si giocherà il tutto per tutto con una formazione molto aggressiva. Il risultato dell’andata lascia poco spazio ai tatticismi e la grinta in campo potrà fare la differenza. Il 3-5-2 potrebbe dunque lasciare spazio al 4-2-3-1:

FROSINONE (4-2-3-1): Vigorito; M. Ciofani, Terranova, Krajnc, Crivello; Gori, Chibsah; Matarese, Citro, Ciano; Dionisi. Allenatore: Moreno Longo

Il Palermo è, tra le due, la squadra che parte in vantaggio. L’autorete nel finale della sfida d’andata potrebbe avere un peso decisivo, ma Stellone sa di non poter sperare che quel 2-1 faccia tutto il lavoro per lui. Metterà dunque in campo una squadra che fin da subito vorrà mettere le cose in chiaro, aumentando il proprio vantaggio. Possibile conferma dunque per il 3-4-1-2, senza cambiamenti di rosa:

PALERMO (3-4-1-2): Pomini; Struna, Dawidowicz, Rajkovic; Rispoli, Jajalo, Murawski, Aleesami; Coronado; Nestorowski, La Gumina. Allenatore: Roberto Stellone

di Luca Incoronato