SHARE
Croazia-Inghilterra
Che partita Croazia-Inghilterra: i balcanici rimontano i britannici e vanno in finale con la Francia

Grandi emozioni in Croazia-Inghilterra. Alla fine si va ai tempi supplementari, con i balcanici che compiono l’ennesima impresa del loro mondiale all’extra time. La partita presenta subito un colpo di scena. Nemmeno il tempo di sudare infatti e Trippier segna direttamente da calcio di punizione, con un tiro bello ma non irresistibile. La sensazione è che Subasic sia in ritardo, su una conclusione non particolarmente angolata. Fatto sta che la Nazionale dei Tre Leoni indirizza subito il match su binari a lei favorevoli. Autore di un fallo evitabile era stato Luka Modric. La Croazia, reduce da due partite consecutive vinte ai calci di rigore, accusa il colpo non solo sull’aspetto fisico ma anche del morale.

La rete subita in apertura fa si che gli uomini di Dalic non riescano a giocare come sanno. Gli inglesi invece si esprimono con leggerezza ed entusiasmo, attuando un efficace pressing e riuscendo a difendersi con ordine, grazie agli esterni che danno una grossa mano alla difesa a 3 di Southgate. Kane sfiora anche il raddoppio al 30′, prima che l’azione culminasse in un fuori gioco. La Croazia risponde invece due volte con Rebic, pur non rivelandosi comunque particolarmente pericolosa. Piano piano comunque i balcanici riescono a trovare le giuste contromisure, complici anche alcuni errori dei britannici.

Croazia-Inghilterra, tutto cambia nel secondo tempo

Nel secondo tempo la Croazia sembra trovare maggiori convinzioni. L’Inghilterra punta tutto sulla fase di contenimento per poter scatenare la velocità dei suoi interpreti d’attacco. Una tattica che però non paga. I bianchi capitolano infatti al 68′ quando Perisic trova l’1-1 dopo una pregevole giocata. Vrsaljko crossa dalla destra e l’interista si inserisce dalla sinistra nel cuore dell’area colpendo il pallone al volo di tacco, anticipando l’avversario. Grande giocata, bellissimo gol. Sempre Perisic poco dopo colpisce il palo con un diagonale mancino rasoterra sul secondo palo, oltre a trovare poi una ulteriore occasione successivamente. E poi prova la giocata vincente anche Mandzukic con un bel diagonale ad incrociare dopo uno stop a seguire. Tutto sventato facilmente da Pickford. Dalle parti di Subasic invece non succede nulla e si va ai supplementari. L’Inghilterra nella ripresa ha pagato il calo di dinamicità di Trippier e Young.

Oltre il 90′: la svolta nel secondo extra time

Tra la fine del secondo tempo ed i supplementari cambiano diversi interpreti. Nella Croazia escono Strinic e Rebic per Pivaric e Kramaric. Nell’Inghilterra fuori invece Sterling, Ashley Young e Henderson per rispettivamente Rashford, Rose ed Eric Dier. Pochissime le emozioni nella mezzora successiva al 90′. Si conta solo una incornata di Stones da calcio d’angolo, salva Vrsaljko al 99′ sulla linea. Le due squadre assumono un atteggiamento prudente e sembrano attendere i calci di rigore. Ma Mandzukic non ci sta ed al 108′ segna con un velenoso diagonale di sinistro su geniale imbeccata di testa da parte di Perisic spalle alla porta. Da questo momento in poi sono solo gli uomini di Dalic a controllare il gioco ed anche a sfiorare il 3-1. Domenica sarà finalissima con la Francia, per l’Inghilterra resterà la magra consolazione di contendere al Belgio la finalina per il terzo e quarto posto sabato.

 

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vida, Lovren, Vrsaljko, Strinic (4′ pts, Pivaric); Brozovic, Modric (14′ sts, Badelj); Rebic (11′ pts, Kramaric), Rakitic, Perisic; Mandzukic (9′ sts, Corluka). CT: Dalic.
INGHILTERRA (3-1-4-2): Pickford; Trippier, Stones, Maguire; Henderson (7’ pts, Dier); Walker (8′ sts, Vardy), Lingard, Alli, Young (1′ pts, Rose); Sterling (28′ st, Rashford), Kane. CT: Southgate.
Marcatori: 5′ pt, Trippier (I), 23′ st, Perisic (C), 4′ sts, Mandzukic (C)
ARBITRO: Cuneyt Cakir
AMMONITI: Mandzukic (C), Rebic (C), Walker (I)