SHARE
Massimo Ferrero, Presidente Sampdoria - Fonte account Twitter ufficiale Sampdoria
Massimo Ferrero, Presidente Sampdoria - Fonte account Twitter ufficiale Sampdoria

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha fatto il punto sulle operazioni di mercato del club blucerchiato direttamente dalle pagine del ‘Secolo XIX’. Archiviato il grande colpo Jankto dall’Udinese, il club del patron Ferrero ha infatti tutte le intenzioni di trattenere i big in rosa andando a rinforzare laddove serve la rosa di Giampaolo. Il numero uno della Samp ha esordito sottolineando le necessità del club: “Due bestioni sulle fasce, un regista forte nel ruolo di Torreira, in generale più qualità, come chiede Giampaolo, ma anche più fisicità, come suggerisce Sabatini. Penso che chiunque riconosca che stiamo facendo un mercato intelligente e importante. Jankto è fortissimo, Colley dicono tutti che è forte, avrei voluto regalare ai tifosi il giovane La Gumina ma sappiamo com’è andata. È andato via Torreira ma l’investimento di esperienza e competenza su Sabatini, che si aggiunge a Osti, è la prova che vogliamo fare sempre meglio.” Ferrero ha quindi aggiunto: “In ogni caso il nostro mercato non è finito e dobbiamo giocarci bene la sostituzione di Torreira, che è delicatissima e lo sappiamo, e poi prendere due terzini importanti perché se hai due bestioni sulle fasce, oltre a Bereszynski e Murru che già abbiamo, fai la differenza. ”

Ferrero show: dalla Samp alla suggestione Praet-Inter

Ferrero ha poi spostato il tiro sugli altri reparti da coprire in sede di mercato: “Da quello che mi era stato riferito si era sbloccata la cosa con Jandrei, ma spesso nel mercato le cose cambiano di continuo, se non sarà lui sarà un altro. Se dovesse partire Zapata? Prenderemo uno forte, questo è sicuro. Al momento ci piace Defrel della Roma che ci piaceva già l’anno scorso, vedremo se si potrà trovare un accordo.” Ferrero ha poi svelato una curiosa alternativa di mercato in attacco legata eventualmente alla cessione di Praet all’Inter: “Altrimenti l’Inter continua a proporci Eder nell’affare Praet ma io sono contrario alle minestre riscaldate. E Praet, a meno che non paghino la clausola, vorrei provare a tenerlo perché una mediana con un regista forte, lui da una parte e Jankto dall’altra, più Linetty e gli altri che abbiamo, non è da centro classifica”.