SHARE
Spagna Russia Mondiali 2018
Fonte Foto: @repubblica

Spagna Russia finisce come nessuno si sarebbe aspettato. Continuano le sorprese quindi a Russia 2018. Dopo l’1-1 con cui erano terminati i tempi supplementari, i padroni di casa eliminano la Spagna ai calci di rigore. Una partita tutt’altro che entusiasmante, dove gli iberici hanno sbattuto sul muro russo e non sono riusciti a esprimere il loro gioco.

Spagna-Russia 1-1 (3-4 dcr), la cronaca del match

La Russia prova a partire forte, ma dopo 11′ la Spagna passa: su un calcio di punizione, Sergio Ramos costringe Ignashevich a deviare nella propria rete. Akinfeev è battuto e gli iberici sono avanti grazie a un autorete. I padroni di casa provano a reagire, alzando il loro baricentro. Le Furie Rosse abbassano però i ritmi con il loro solito possesso palla. Golovin ha una buona occasione, ma la sua conclusione a giro non inquadra la porta. Il pari però arriva sul finire del primo tempo. Ingenuità di Piqué, che salta con il braccio alto su azione d’angolo e causa un calcio di rigore. Dagli undici metri Dzyuba spiazza De Gea e realizza l’1-1. Gli uomini di Hierro hanno una reazione immediata e sfiorano il raddoppio con Diego Costa, servito in profondità ma murato da Akinfeev. Con quest’ultima emozione si chiudono i primi 45′.

Pronti via e la Spagna prova a spingere, ma la Russia riesce a reggere l’urto. Prova a salire in cattedra Isco, ma il suo tentativo, frutto di un inserimento a dir poco perfetto, viene murato. Cherchesov si gioca le carte Cheryshev e Smolov per cercare di svegliare i suoi dal torpore. Hierro invece inserisce Iniesta al posto di uno spento David Silva. La partita però non si schioda dall’1-1. Gli iberici hanno una doppia occasione a 5 minuti dalla fine, ma Akinfeev si supera prima su Iniesta e poi su Aspas, subentrato a un inesistente Diego Costa. Il gol non arriva e si va ai supplementari.

La prima occasione dei supplementari è per gli iberici, ma il cross basso di Aspas viene respinto. La Russia si chiude e le Furie Rosse non riescono a trovare spazi. A inizio secondo tempo supplementare la grande occasione la ha Rodrigo, ma Akinfeev è un vero e proprio muro. Gli iberici rischiano addirittura la sconfitta, a causa di una pallone malamente perso da Busquets in area, ma Cheryshev sbaglia. Dopo 120′ il risultato è ancora 1-1 e si va ai calci di rigore. Decisivi gli errori di Koke e Aspas. La Russia vola ai quarti. La Spagna è eliminata.

IL MIGLIORE: AKINFEEV 7 – La Spagna non ha tante occasioni, ma quando le crea si trova davanti un autentico muro. Salva in più di un’occasione e a batterlo alla fine è solo un autogol. E il rigore parato a Koke fanno volare la Russia. Saracinesca.

IL PEGGIORE DIEGO COSTA 5 – Tocca pochissimi palloni ed è servito male dai compagni. L’attaccante della Spagna è il vero assente di questa Spagna. Fantasma

Spagna-Russia 1-1 (3-4 dcr), il tabellino del match

Spagna (4-2-3-1): De Gea; Nacho (dal 70′ Carvajal), Piqué, Ramos, Jordi Alba; Koke, Busquets; Asensio (dal 104′ Rodrigo_), Silva (dal 67′ Iniesta), Isco; Diego Costa (dall’80’ Aspas). A disp. Monreal, Odriozola, Azpilicueta, Niguez,L. Vazquez, Alcantara, Arrizabalaga, Reina. All. Hierro

Russia (3-4-1-2): Akinfeev; Kutepov, Ignashevich, Kudryashov; Mário Fernandes, Kuzyaev (dal 97′ Erokhin), Zobnin, Zhirkov (dal46′ Granat); Semedov (dal 61′ Cheryshev), Golovin; Dzyuba (dal 65′ Smolov). A disp. Semenov, Gazinskiy, Miranchuk, Dzagoev, Miranchuk, Lunev, Gabulov. All. Cherchesov

Marcatori: 11′ Aut. Ignashevich, 42′ Dzyuba

Sequenza rigori: Iniesta gol, Smolov gol, Piqué gol, Ignashevich gol, Koke parato, Golovin gol, Sergio Ramos gol, Cheryshev gol, Aspas fuori

Ammoniti: Piqué, Kutepov, Zobnin

Arbitro: Björn Kuipers (Olanda).