SHARE
Nigeria-Argentina Messi
Messi esulta dopo il gol in Nigeria-Argentina - FOTO: Argentina

Lionel Messi risorge dalle ceneri e aiuta l’Argentina a proseguire il suo percorso Mondiale: Nigeria-Argentina termina infatti 1-2 e l’Albiceleste avanza dunque come seconda del girone D, mentre gli africani vanno fuori dai Mondiali insieme all’Islanda. Sono bastati a Sampaoli i tanti cambi di formazione e la rinascita di Messi, autore della sua miglior partita in Russia. L’Argentina dunque vince la sua prima partita in questa kermesse russa, mentre ai nigeriani resta l’amaro in bocca per aver perso la qualificazione a pochi minuti dal termine.

Nigeria-Argentina 1-2: la cronaca del match

Rispetto alle due giornate precedenti l’Argentina sembra schierata molto meglio in campo e pare anche più concreta nelle giocate e nei momenti, seppur comunque timorosa. A sbloccare la gara è proprio Leo Messi: il calciatore del Barcellona riceve un illuminante passaggio dall’ex Inter Banega e con il destro fredda il portiere avversario. Lo stesso Messi avrebbe l’opportunità di raddoppiare e chiudere il match ma colpisce il palo a metà frazione abbondante, con il primo tempo che dunque si chiude di misura. Nel secondo tempo, però, la svolta: durante gli sviluppi di un corner la Nigeria guadagna un calcio di rigore per una trattenuta di Mascherano. Moses è freddissimo e batte Armani per l’1-1. L’Argentina si riversa in avanti per trovare la qualificazione ma addirittura rischia spesso di andare in svantaggio perché i nigeriani si dimostrano pericolosi in contropiede. Nonostante questo, però, è l’Albiceleste a passare con una rete di Rojo a cinque minuti dal termine. La Nazionale di Sampaoli non rischia più nulla e, nonostante la sofferenza, passa agli ottavi di finale, seppur come non vincitrice del girone: incontrerà la Francia in una sfida tra due potenziali favorite per la vittoria finale.
IL MIGLIORE: Lionel Messi 7 – Finalmente una partita da Messi: gol, tante occasioni create, sempre nel centro del gioco e in posizione avanzata. Rinascita necessaria per l’Argentina.
IL PEGGIORE: Ighalo 5 – Gioca un tempo ma si divora un gol determinante col senno di poi e sbaglio tutto ciò che può sbagliare.

Nigeria-Argentina
Un’azione di Nigeria-Argentina – FOTO: Twitter Argentina

Nigeria-Argentina 1-2, il tabellino

FORMAZIONI
NIGERIA (3-5-2): Uzoho; Balogun, Troost-Ekong, Omeruo (90′ Iwobi); Moses, Etebo, Mikel, Ndidi, Idowu; Musa (92′ Simy), Iheanacho (46′ Ighalo). All. Rohr

ARGENTINA (4-4-2): Armani; Mercado, Otamendi, Rojo, Tagliafico (80′ Aguero); Perez (61′ Pavon), Mascherano, Banega, Di Maria (72′ Meza); Messi, Higuain. All. Sampaoli

AMMONITI: Balogun, Mikel (N) – Mascherano, Banega, Messi (A)

MARCATORI: 14′ Messi (A), 51′ rig. Moses (N), 86′ Rojo (A)

ARBITRO: Cakir