SHARE
Giappone-Senegal cronaca tabellino
Giappone-Senegal (Twitter @ChampionsLeague)

Si apre la seconda giornata del Gruppo H con le due Nazionali che, nel primo turno, hanno sorpreso trovando il successo contro Colombia e Polonia. Giappone-Senegal è la sfida che vale la testa del girone. Partono subito forte gli africani che, dopo 11 minuti, riescono a concretizzare la pressione iniziale. Azione insistita sulla fascia destra, cross in area che arriva sul lato opposto dove Sabaly controlla e calcia in porta; Kawashima respinge malissimo sui piedi di Mane che non deve neanche sforzarsi per appoggiare in porta. I Samurai reagiscono e al 34′ trovano la rete del pareggio. Lungo lancio dalla difesa, Nagatomo passa in mezzo a due difensori con un casuale controllo a seguire e apparecchia la tavola per Inui che calcia a giro sul palo lontano e insacca il gol dell’1-1.

Nella ripresa, la prima occasione è per il Giappone. Al 50′ Osako si ritrova sulla testa uno spiovente, ma il tiro è troppo debole per impensierire il portiere avversario. Quindici minuti dopo sono ancora gli asiatici ad andare ad un passo dal gol. Ancora con Inui che, dalla stessa mattonella della rete del pareggio, va a sbattere sulla parte alta della traversa. Al 70′ arriva la doccia fredda per i giapponesi. Mane scodella una palla deliziosa in area per Sabaly, il terzino si gira con una veronica e metta la palla in mezzo; arriva come un treno Wague che spara un bolide sotto la traversa che riporta in vantaggio il Senegal. I Samurai non mollano e al 78′ trovano nuovamente il pareggio. Papera clamorosa del portiere Ndiaye su traversone dalla destra, la palla arriva a Inui che mette in mezzo trovando Honda; l’ex Milan, a porta vuota, non può far altro che appoggiare in rete. 2-2 che permette a Giappone e Senegal di salire a quota 4 punti in classifica e che lascia aperte le speranze di qualificazione di entrambe le squadre.

Giappone-Senegal, migliore e peggiore in campo

Si guadagna la palma di migliore in campo, Takashi Inui. L’ala del Giappone è un spina nel fianco nella difesa senegalese e aiuta i compagni anche in fase di copertura. Un gol, quello del primo pareggio asiatico, e l’assist per il definitivo 2-2.

Peggiore in campo, invece, un altro giapponese: Osako. La punta asiatica non ne indovina una. Sbaglia un gol clamoroso a due passi dalla porte e in fase d’appoggio è praticamente nullo.

Giappone-Senegal 2-2, il tabellino del match

Giappone (4-2-3-1): Kawashima; Nagatomo, Shoji, Yoshida, Sakai; Hasebe, Shibasaki; Inui (87′ s.t. Usami), Kagawa (72′ s.t. Honda), Haraguchi (75′ s.t. Okazaki); Kagawa; Osako. All. Nishino

Senegal (4-3-3): K.Ndiaye; Wague, Sane, Koulibaly, Sabaly; Gueye, A.Ndiaye (65′ s.t. Kouyate), B.Ndiaye (80′ s.t. Ndoye); Mane, Sarr, Niang (85′ s.t. Diouf). All. Cisse

Marcatori: 11′ p.t. Mane (S), 34′ p.t. Inui (G), 70′ s.t. Wague (S), 77′ s.t. Honda (G)

Ammoniti: 58′ s.t. Niang (S), 67′ s.t. Inui (G), 89′ s.t. Sabaly (S), 90′ s.t. Ndoye (S), 94′ s.t. Hasebe.

Espulsi: nessuno.

di Emanuele Catone