SHARE
Sime Vrsaljko
Sime Vrsaljko (Foto: @HNS_CFF)

Non si sono ancora placate le polemiche intorno alla nazionale Argentina dopo la clamorosa debacle di ieri sera contro la Croazia. La notte di Niznhy Novgorod ha infatti incoronato la nazionale a scacchi di Dalic spedendo l’Albiceleste ad un passo dal baratro, con una qualificazione estremamente complicata da raggiungere. Tra i protagonisti in campo della di Argentina-Croazia c’è stato certamente l’ex terzino del Sassuolo Sime Vrsaljko, che nel post-partita ha attaccato fortemente i calciatori della nazionale sudamericana. Vrsaljko in zona mista non le ha mandate di certo a dire a Messi e soci soffermandosi sulla scarsa tenuta mentale degli avversari: “Siamo stati migliori e abbiamo avuto le occasioni migliori. Sampaoli diceva che dovevano dominarci, non so che partite guardi. Loro dovranno fare meglio nella prossima partita per andare avanti, se andranno avanti…” Il terzino della Croazia ha quindi rivendicato a chiare lettere la superiorità in campo della compagine di Dalic.

Vrsaljko contro l’Argentina: l’attacco

Vrsaljko ha quindi attaccato direttamente i calciatore dell’Argentina: “Ho visto gli argentini cadere a terra e piangere come ragazze.” Botta dritta al cuore dell’Albiceleste che ora dovrà vincere obbligatoriamente contro la Nigeria nell’ultima sfida del girone per avere una speranza di qualificazione. Sul banco degli imputati ci è finito proprio Leo Messi, reo di non aver trascinato l’Argentina alla vittoria. Nel post-partita però il madrileno Luka Modric ha spezzato una lancia in favore della ‘Pulce’: “Leo è un giocatore magnifico ma non può fare tutto da solo, la sua squadra deve aiutarlo. Auguro buona fortuna all’Argentina, cercheremo di battere l’Islanda per loro.” Parole molto importanti quelle di Modric, che lasciano ancora vive le residue speranze per l’Argentina che intanto attende con ansia il risultato dell’altra sfida del girone: Nigeria-Islanda. Tanto dipenderà dalla sfida delle ore 17.