SHARE
Argentina esonero Sampaoli Burruchaga
Jorge Sampaoli (Twitter @Argentina)

Dopo la pesantissima sconfitta per 3-0 contro la Croazia, l’Argentina è ormai sull’orlo del baratro. La Seleccion ha un solo punto in classifica dopo due giornate ed ha quindi un piede e mezzo fuori dal Mondiale di Russia 2018. Il pareggio all’esordio contro l’Islanda aveva provocato non poche critiche, ma il tonfo di ieri sera ha scatenato l’inferno in Argentina. I colpevoli principali, a detta dei tifosi dell’Albiceleste e non solo, sono due: Lionel Messi e il commissario tecnico Jorge Sampaoli.

Se mandare a casa il talento del Barcellona è pura utopia, non si può dire lo stesso per il CT imputato numero uno del fallimento argentino e pronto ad esser messo alla gogna da un popolo rovente come quello sudamericano. Il destino di Sampaoli pare ormai segnato e porta con sé la parola esonero. Addio che potrebbe essere immediato, senza neppure attendere la fine dell’avventura mondiale.

Argentina, Sampaoli verso l’esonero: Burruchaga in prima fila

A chiedere l’esonero immediato di Sampaoli sarebbero gli stessi calciatori dell’Argentina, che mai sono riusciti a trovare il feeling giusto con il commissario tecnico. Da Bronnitsy, sede del ritiro della Seleccion, rimbalza addirittura la voce che i giocatori argentini abbiano di loro spontanea volontà espresso un calcio mediocre e perdente per silurare l’ex allenatore del Siviglia.

Clima rovente in casa Argentina che, dopo i tre schiaffi presi da Modric e compagni, potrebbe portare all’epilogo peggiore per un Sampaoli che sta facendo addirittura rimpiangere i tempi da CT di Diego Armando Maradona, non certo il miglior allenatore che abbia avuto l’Albiceleste. Sulla panchina sudamericana potrebbe quindi esserci un altro commissario tecnico per l’ultima partita contro la Nigeria. Tutti gli indizi portano Jorge Burruchaga, Campione del Mondo a Messico ’86. L’ex Tigre sarebbe stato chiamato a gran voce proprio dai calciatori argentini vogliosi di avere un cambio di rotta repentino alla guida. Un cambio simile a quello avvenuto con la Spagna che, a pochi giorni dall’inizio del Mondiale, ha esonerato Lopetegui e chiamato Fernando Hierro. L’AFA, la federazione argentina, ci sta pensando ma il problema principale riguarderebbe il contratto di Sampaoli: in caso di esonero, infatti, dovrebbe sborsare ben 20 milioni nelle tasche dell’ex Siviglia per annullare l’accordo tra le parti. I tifosi dell’Argentina attendono trepidanti, Sampaoli spera nel non linciaggio, mentre Burruchaga sogna di trasformarsi nuovamente nell’eroe del suo popolo.

di Emanuele Catone